Paese Montegrosso Pian Latte
Sei qui: Cultura | Cenni Storici | L'Epoca Medioevale

L'Epoca Medioevale

Data molto importante per il paese di Montegrosso è l'anno 1207, che insieme a Mendatica entro a far parte della Castellania di Cosio.

Nel 1297 ne furono emanati gli statuti speciali, regole minuziose per regolare la vita politica sociale ed economica del comprensorio attraverso una serie di norme di natura patrimoniale: relative ai furti, disposizioni di natura agricola: concernenti le coltivazioni e i pascoli, norme di natura civica: disposizioni di natura giudiziaria civile e criminale, norme atte a regolare la vita religiosa e liturgica del borgo in particolare battesimi sante messe, funerali e giuramenti.

Il sistema amministrativo della Castellania aveva due importanti organi: organo decisionale supremo era il parlamento, costituito da tutti gli uomini della Castellania e serviva a tutelare i beni della comunità.

 

L'altro organo era il consiglio formato da 25 consiglieri per Cosio, 16 per Mendatica e 11 per Montegrosso.

Nel 1233 Montegrosso fu uno dei borghi che si riunì per formare Pieve di Teco.

Nel Gennaio del 1274 Montegrosso insieme a Mendatica e Cosio passarono sotto il dominio di Genova e nel febbraio del 1289 entrarono definitivamente a far parte integrante del territorio genovese.

Il 1 giugno 1360 vi fu un accordo per l'utilizzo dei terreni che vennero divisi in porzione tra i 3 comuni.

Nel 1424 il territorio di Montegrosso fu diviso tra i Lengueglia e i Ventimiglia. e nel 1460 i Possedimenti dei Ventimiglia passarono nelle mani di Onorato I° di Tenda

 

Continua in questa categoria: « I Primi Secoli L'Età Moderna »

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.